Anja Pauseback
Sul finire dei suoi primi dieci anni, qui compiamo una piccola rivoluzione, abbandonando il nostro formato classico – quello del magazine culturale a cadenza vagamente quotidiana – per presentare ogni mese un solo saggio e un solo racconto. Da queste pagine 24 autori ogni anno proporranno il loro filtro sul reale, manipolando inevitabilmente la personalità di Dude mag: ed è una cosa che ci rende enormemente curiosi.
2022
01 gennaio
Dude Mag
03 marzo
Alessio Giacometti
05 maggio
TBA
TBA
06 giugno
TBA
TBA
07 luglio
TBA
TBA
08 agosto
TBA
TBA
09 settembre
TBA
TBA
10 ottobre
TBA
TBA
11 novembre
TBA
TBA
12 dicembre
TBA
TBA
×
×
È arrivato il momento di iscriverti
Segui Dude Mag, dai!
1068
https://www.dudemag.it/arte/asa-nisi-masa/anja-pauseback/

Anja Pauseback

Ogni azione comporta una reazione, siamo spinti verso continue trasformazioni in cui anche i sentimenti e i ricordi tendono a sovrapporsi, a nascondersi uno dentro l’altro per disperdersi o ricomporsi.

Nel 1990 Anja entra in una Mitfahrzentrale (agenzia di collocamento automobilisti-autostoppisti). Legge per caso di un passaggio per Roma e tre giorni dopo è in viaggio verso la città eterna. Questo suo primo soggiorno segna l’inizio di una rapporto con Roma che negli anni si è intensificato, portando Anja nella città sempre più spesso ma, aspetto più importante, questo viaggio ha segnato uno spartiacque nella sua vita personale. Tornata in Germania decide di dedicarsi a tempo pieno all’Arte, facendone il suo mestiere, la sua vita.
Questo maggio Anja inaugura il suo sesto soggiorno a Roma e, per la prima volta, lo fa in concomitanza con una sua mostra dal titolo Roma: stratificazioni nel tempo e nello spazio. Ciò che gli ospiti dell’esposizione vedranno sono 14 opere tutte elaborate a partire da una riflessione sul tessuto storico e sociale di Roma.

Per comporre questi quadri mi sono fortemente confrontata con Roma, con la sua storia passata e quella attuale. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico ho lavorato utilizzando supporti e mezzi diversi, stratificando, letteralmente, materia e colore e, allo stesso tempo, cercando di lasciar trasparire l’insieme, creando una trasparenza che rendesse leggibile ciò che è sotto.


Questo suo modo di lavorare sposa, tecnicamente, l’idea che è alla base di questo progetto e che parte dall’osservazione della società. Anja legge il sistema come un modello a strati. Ogni azione comporta una reazione, siamo spinti verso continue trasformazioni in cui anche i sentimenti e i ricordi tendono a sovrapporsi, a nascondersi uno dentro l’altro per disperdersi o ricomporsi sotto nuove vesti.
I nuovi lavori di Anja saranno visibili dal 26 Maggio presso makemake (in basso tutti i riferimenti n.d.a.), Asa Nisi Masa ospita una selezione di lavori precedenti e ringrazia Anja e la sua assistente e responsabile comunicazione qui in Italia, Katrin, che ha fornito le informazioni da cui sono state dedotte queste righe.
I dettagli dell’esposizione:
Anja Pauseback: Roma: stratificazioni nel tempo e nello spazio
Dal 26 maggio all’8 giugno 2012
Orari di apertura della galleria: dal martedì al sabato dalle 16 alle 19,30
Inaugurazione sabato 26 dalle ore 19, open end
Presso makemake / Via del Boschetto 121/ www.makemake.it
Per ulteriori informazioni rivolgersi all’ufficio stampa e pubbliche relazioni in Italia:
Katrin Walter/ simply walter/ 335.6576923/ simply.walter@yahoo.com


In copertina:
Miteinander??
Insieme (2010?)

Le opere (dall’alto al basso):
Fantastisch
Fantastico, 120 x 100 (2007)?
Wasserstelle
Sorgente d’acqua, (2009)?
Miteinander
?Insieme, 30 x 30 cm (2010) ?
Konspiratives Treffen?
Incontro cospirativo, 40 x 30 cm, (2010)
Wundertüte Kugelmensch
Sorpresa uomo sfera, 80 x 100 cm (2009)
Industriestadt
Città industriale, 50×50 cm (2007)
Davor und Dahinter
Davanti e dietro, 69×79 cm (2009)

Alice Bendia
Segui Dude Mag, dai!
Dude Mag è un progetto promosso da Dude