Dudewhere: 22-7-2017 | Il nome del padre del Jazz. Dude Club Summer Jazz @Locanda Rossa
×
×
È arrivato il momento di iscriverti
Segui Dude Mag, dai!

22-7-2017 | Il nome del padre del Jazz. Dude Club Summer Jazz @Locanda Rossa

In Italia, che sia Paolo, Valentino o Vasco, se dici “Rossi” ognuno pensa ad un celebre personaggio differente. Negli Stati Uniti un altro cognome sortisce lo stesso effetto: Armstrong. Questo grazie ad un tale di nome Lance che, dopo innumerevoli vittorie ciclistiche e dopo aver sconfitto un terribile cancro, nel 1998 tornò a vincere, nel […]

14 Lug
2017
Dudewhere

In Italia, che sia Paolo, Valentino o Vasco, se dici “Rossi” ognuno pensa ad un celebre personaggio differente. Negli Stati Uniti un altro cognome sortisce lo stesso effetto: Armstrong.

Questo grazie ad un tale di nome Lance che, dopo innumerevoli vittorie ciclistiche e dopo aver sconfitto un terribile cancro, nel 1998 tornò a vincere, nel giro del Lussemburgo, azzittendo critici e scettici prima di:

 

 

Prima di lui, un tale di nome Neil, il 20 luglio 1969, regalò un sogno al mondo intero diventando il primo uomo a mettere un piede sulla luna. Ora non sappiamo con certezza se si trattasse davvero del suolo lunare o della più grande farsa hollywoodiana di tutti i tempi, ciononostante regalò un’altra pietra solenne alla stirpe Armstrong.

 

 

C’è però chi rese immortale questo cognome prima di tutti, un trombettista nato a New Orleans nel 1901. Prima di regalare il suo nome alla storia si faceva chiamare con dei nomignoli, Satchmo o Pops. Questo giovane ragazzo si chiamava in realtà Louis, proveniva da una poverissima famiglia, era nipote di uno “schiavo” e riuscì ad imporsi come uno dei musicisti più influenti del ventesimo secolo.

 

 

Attraverso le sue prime esibizioni, le abilità musicali di Armstrong continuavano a maturare. A vent’anni riusciva a leggere la musica rendendo i suoi assolo di tromba momenti indimenticabili e unici. Il suo innovativo modo di interpretare il neonato Jazz lo portò ad essere considerato, anche grazie alle sue doti di improvvisazione, uno dei veri padri di questo moderno genere. Il suo stile ispirò tanti sottogeneri come il Dixieland e lo Swing; quelli che potremo ascoltare serenamente a bordo piscina degustando i cocktail e il ricco buffet durante il secondo appuntamento del nostro Dude Club estivo, sempre alla Locanda Rossa di Capalbio (Argentario), e al nostro trio:

? Michele Villari: Clarinetto
? Emanuele Rizzo: pianoforte
? Alessandro Botti: contrabbasso

Qui, tutte le info per partecipare all’evento.

Dude Club Summer Edition
Sabato 22 luglio, Locanda Rossa

 

Valerio Orvieto
Valerio Orvieto
Attore/Modello dell'anno... era il 1987 però. Abbandona Scienze Politiche a 8 esami dalla laurea perché essendo figlio di professionisti affermati se lo poteva permettere. Ad oggi pur sognando di fare lo scrittore o l'attore, per scarsezza di talento si limita ad organizzare eventi per DUDE MAG riuscendo a volte a finirli bene e altre rarissime volte a farsi pagare. Molto curioso e molto pigro. Legge tutto il giorno ma solo Facebook e Dudemag.it... e rigorosamente dal cellulare.
Segui Dude Mag, dai!
Dude Mag è un progetto promosso da Dude