Dudewhere: La musica colta brasiliana | Dude Club Summer Jazz 1.9.2017
×
×
È arrivato il momento di iscriverti
Segui Dude Mag, dai!

La musica colta brasiliana | Dude Club Summer Jazz 1.9.2017

Alla fine degli anni ’50 il Brasile stava vivendo un periodo culturalmente e politicamente florido. Il presidente Juscelino Kubitschek avrebbe da lì a breve costruito la nuova capitale Brasilia, presunto simbolo della rinascita economica e sociale. È in questa atmosfera di cambiamento e prosperità che nasce il bossa nova. Questa musica che spesso semplicemente definiamo come […]

26 Ago
2017
Dudewhere

Alla fine degli anni ’50 il Brasile stava vivendo un periodo culturalmente e politicamente florido. Il presidente Juscelino Kubitschek avrebbe da lì a breve costruito la nuova capitale Brasilia, presunto simbolo della rinascita economica e sociale. È in questa atmosfera di cambiamento e prosperità che nasce il bossa nova.

Questa musica che spesso semplicemente definiamo come la naturale fusione tra Jazz americano e samba carioca, in realtà ha delle radici molto più complesse.

Nel 1958 un progetto discografico della cantante di samba Eliseth Cardso stava per essere pubblicato da una famosa etichetta nazionale; per collaborare alla produzione di questo disco furono chiamati il poeta Vinicius de Morais e Tom Jobim — oggi ritenuto uno dei padri della bossa nova — e João Gilberto.

 

 

Questo disco riveste un ruolo centrale per tutto quello che accadrà nel panorama brasiliano dagli anni ’60 ai giorni d’oggi. In esso sono ben evidenti le sonorità che oggi definiamo bossa nova, ma anche tante altre influenze, raccolte dai generi considerati “colti” in quell’ultimo ventennio.

Il nuovo modo di suonare la chitarra di Gilberto, ricca di virtuosi ritardi e di effetti quasi a sorpresa, incarnava lo spirito brasiliano del periodo e in breve tempo divenne il marchio di fabbrica della musica dei “nuovi” brasiliani.

Non poteva non essere la colonna sonora di quei tempi ricchi di entusiasmo. Nel giro di pochi anni João, Tom, Vinicius e molti altri avrebbero definitivamente cambiato la musica brasiliana e l’avrebbero esportata in tutto il mondo.

 

Tom e Vinicius

 

Venerdì 1 settembre alla Locanda Rossa di Capalbio completeremo questo breve viaggio alla scoperta del jazz nato fuori dal continente americano, concludendo la prima edizione di Dude Club Summer Jazz.

Il Jazz Bossa Nova verrà eseguito dal trio:  Francesco di Gilio al pianoforte, Andrea Colella al contrabbasso e Michele Villari al sax.

 

 

La Locanda Rossa sorge a Capalbio, borgo di epoca medievale nel cuore della Maremma, dove un antico casale di campagna è stato trasformato in esclusivo boutique hotel, costruito seguendo i criteri dell’ecosostenibilità, circondato da un immenso oliveto che si integra armoniosamente con il paesaggio circostante. 

Aperitivo e cena alla carta saranno curati dal ristorante “La Cucina” della Locanda Rossa con la consulenza di Valeria Piccini, chef del ristorante “Da Caino” (2 Stelle Michelin), per proporre piatti tipici della tradizione toscana rivisitati in chiave gourmet.

La Conservatory della Locanda, insieme al suo barman, proporrà una selezione di drink dedicata alla serata: Mai Tai, Mimosa e Martini cocktail.

Dude Club Summer Edition
Venerdì 25 agosto, Locanda Rossa
Info

Valerio Orvieto
Valerio Orvieto
Attore/Modello dell'anno... era il 1987 però. Abbandona Scienze Politiche a 8 esami dalla laurea perché essendo figlio di professionisti affermati se lo poteva permettere. Ad oggi pur sognando di fare lo scrittore o l'attore, per scarsezza di talento si limita ad organizzare eventi per DUDE MAG riuscendo a volte a finirli bene e altre rarissime volte a farsi pagare. Molto curioso e molto pigro. Legge tutto il giorno ma solo Facebook e Dudemag.it... e rigorosamente dal cellulare.
Segui Dude Mag, dai!
Dude Mag è un progetto promosso da Dude