Musica: Ecco il Todays
×
×
È arrivato il momento di iscriverti
Segui Dude Mag, dai!

Ecco il Todays

Se non è l’evento musicale imprescindibile di fine estate italiana poco ci manca e quest’anno gioca decisamente sporco. Vi aspetta a Torino per tutto il week end.

22 Ago
2019
Musica

Se non è l’evento musicale imprescindibile di fine estate italiana poco ci manca. Negli anni — un lustro ormai! — il Todays è diventato una sorta di oasi protetta nel desolato panorama festivaliero italico. Metti la strategica collocazione a fine agosto – concludiamo in bellezza le vacanze, via —, metti la line up capace di strizzare l’occhio a tutti — Hozier & Bob Mould? Andata —, metti le due location principali: comode, funzionali, e infine metti una città che diventa parte attiva del festival, tra workshop, concerti gratuiti, incontri e via via scorrendo il programma infinito. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da TODAYS Festival (@todaysfestival) in data:

E quest’anno si gioca decisamente sporco. Si parte col botto con il tanto atteso ritorno in penisola — dopo il debordante show siciliano di inizio agosto — dell’astronauta Jason Pierce a comandare gli Spiritualized per proseguire poi con gli shoegazers Ride (che sostituiscono i Beirut) che presenteranno l’ultimo disco, This is not a safe place. Sabato si scivola via tra i Low, ormai abbonati al Belpaese, e Hozier, prima di chiudere la serata all’ex Fabbrica Incet con le atmosfere sognanti dei Cinematic Orchestra. Ancora meglio la domenica, tra Jarv is (il progetto solista dell’ex Pulp, Jarvis Cocker), Johnny Marr (The Smiths) e il gran finale con l’ammaliatore Nils Frahm. Per una volta non c’è proprio da lamentarsi…

 

———

www.todaysfestival.com

Prevendite, biglietti e abbonamenti: qui

FB — IG

———

 

In copertina, foto di Franco Rodi

Dude Mag
Dude Mag
DUDE è un manuale di sopravvivenza per gentiluomini, dal momento che ne sono rimasti pochi e vanno salvaguardati. Nel periglio della rete, Dude è l’atlante per orientarsi tra il guazzabuglio della produzione culturale telematica e le piccole zone d’ombra, alla ricerca di preziose gemme, conversazioni, galanterie che troppo spesso si nascondono ai margini delle strade più battute. Dude lavora a una cartografia esclusiva — facendosi lente d’ingrandimento sul dettaglio perduto — racconta i massimi sistemi in formato leggero.
Segui Dude Mag, dai!
Dude Mag è un progetto promosso da Dude