La Posta del Cuore: La posta del Cuore • Callo da F5
×
×
È arrivato il momento di iscriverti
Segui Dude Mag, dai!

La posta del Cuore • Callo da F5

Nino Rucola, esegeta dell’ars amatoria, risponde ogni domenica a voi ninfoman*, scambist*, esibizionist*, fedifragh*, cattocomunist* e non solo.

Caro Nino, il mio Lui m’ha lasciata da un mesetto. L’ho bloccato in chat ma non riesco a cancellarlo da facebook e ovviamente, volente o nolente, sono costretta a stare sempre incollata sul suo profilo: è un’ossessione. Grazie per aver ascoltato il mio sfogo. Giada L.

Bella de casa, ‘sta cosa de ‘nguattasse derèto a ‘no schermo e ffà capoccella virtuarmente cià ‘n nome: stórching, o mejo “fasse li cazzi dell’antri”. A partì da quanno che de ‘sto stórching se ne òccupeno granni Mastri (come Scorzese in “Cheippe Fier” o, bbada, Giorgio Romero colla sua rivoluzzionaria concezzìone de li zombi), coll’avvento puro de feisbuc ‘sto probblema è diventato, chiotto chiotto, ‘na crosce sociale peggio der gò de Turone. Perché mo, nun contenti già dell’esacerbazzione der dramma d’â separazzione, ‘n sacco de cazzari s’ariémpieno la bocca (e lle tasche co li mengòti d’ê vennite de’ libbri loro) de rivisitazzioni d’ê teorie dell’attaccamento, a’e quali ‘a bbonanima de Bowlby je fà ‘na pippa a ddodici mano. Quinni, zoccolé, devi cercà de nun fàtte ‘nfinocchià da ‘sta percezzione distorta dell’eventi, perché feisbuc transforma ‘gni scoreggia in una defraglazzione da bomba ar Napalm-B (cuella che tte chiami “ossessione” pe capisse). Spero pe tte, però, che nun sei ggià affètta d’â patologia “callo da F5” (“melaerre” pegli utenti menscevichi Mècchintòsce, “ditarculococapriola” pei bakuniniani de Linucs). Mo, visto che pò esse che ciai er ssentimento sfragnato, è regolare che vvai a sbatte er grugno su ‘na sbraca de profili privati de dottorande in cipria che, senza córpo ferire, scrìveno all’ei fu pischello tuo. Che ppoi, detto tra nnoi, ‘sta loro zelante pràivasi antro nun è che ‘n sordido mezzuccio p’arginà le sprolassate com’a tte che mo, finarmente, hanno trovato ner “fasse li cazzi dell’antri” er punto G dell’anni ’10.

Illustrazione Andrea Chronopoulos

Nino Rucola
Nino Rucola
L'11 Marzo 1985, mentre il compagno Michail Gorbacëv veniva eletto Segretario del CC del PCUS, all'ospedale San Camillo nasce Nino Rucola. Concidenza? Segno del destino? Negli anni della formazione, tutto ciò che c'è da sapere sulla morale degli uomini lo impara sul campo del Testaccio, sui sampietrini di Santa Cecilia e all'oratorio di San Pancrazio, alla faccia di Camus. Dopo gli studi linguistici estorico politici, vara il programma del socializmus s ľudskou tvárou e quello del samoupravljanje. Accusato contingentemente di deviazionismo dalla dottrina ortodossa del socialismo reale, deluso e incompreso, decide di dedicarsi alla musica brutta e a poesia (forma artistica che continua, comunque, imperituramente a detestare), corrispondenza epistolare e lectiones magistrales in vernacolo. Attualmente si guadagna da vivere insegnando francese e calcio alle nuove leve.
Segui Dude Mag, dai!
Dude Mag è un progetto promosso da Dude