La Posta del Cuore: La posta del Cuore • La Sindrome de Denirson
×
×
È arrivato il momento di iscriverti
Segui Dude Mag, dai!

La posta del Cuore • La Sindrome de Denirson

Nino Rucola, esegeta dell’ars amatoria, risponde ogni domenica a voi ninfoman*, scambist*, esibizionist*, fedifragh*, cattocomunist* e non solo.

Mi serve una mano Nino. Sono uscito un po’ di volte con una ragazza molto bella ma, nonostante mi sia comportato sempre come da manuale, alla fine è sparita. Non è la prima volta che capita, lo stesso epilogo si è presentato con fiori, cinema, regali e carinerie. Ma non è che forse sbaglio approccio? Sacha M.

Deo grazzia che cce stà ancora ‘sta razza de sallucchioni come tte, così cuer purgatorio de maschi che nun sò né carne né pesce (ovvero né maci stronzi tromber de famm, né cojoni) guadammieno ‘na probabbilita de trombabbilità. T’ô dico: er fatto nun è ‘ndo la porti (si dar bujaccaro o da cuarche scoreggione colla puzza sott’ar culo) e nun sò nimmanco li rigali sghici che je fai, ma è tutta quistione de sapecce fà. Mo nun vojo fatte deprime, perché si è vvero che cco ‘sto dono deddio ce nasci incamiciato, si te ‘mpegni cuarche ficcata ce l’arimedi puro co ‘sti geni scarognati che t’hanno appioppato. Figurete eh, fai bene a portalla fôri, a dije tutte quelle stronzate che scalleno er core et similia, però adà principià a comprenne che l’istinto regna sulla fregna, e si nun ce l’hai ‘o devi camuffà.
La strateggia, quanno che se parla de sentimenti, la devi interpretà come ‘na tennica de base che va rimpizzata de fiducia. Pe lavorà in ‘sta direzione, te consijo de dà ‘na spizzata all’opera de cuer cacamme de Deridà quanno che cianfruja de Pharmakon e de cui te regalo ‘sta perla: «[…] l’organizzazzione diventa solo ‘n pajativo ché te lassa co ‘na scarpa e ‘na ciafrella» (Derrida, ’A farmacia der sor Platone, Rep. Pop. de Garbatella, ed. Remo era ‘n oriundo, MCMLXXXV, p. 666). Si abbasterebbe da conosce ‘a tattica, allora cor quattrotrettre semo tutti Zeman. ‘Nvece no, quinni trova er core e affila l’improvvisazzione, ché nun ce sperà che cuarsivoja disgraziata te manni ‘na raccomannata a cche je ‘nfili ‘n tapì rulàn de lingua ‘n gola.
N’è che ppe ccaso te ricordi Denirson? Beh, era ‘n’ala, ‘na mezzala, ‘na mezzapunta…‘nsomma ‘na cazzo de foca che giocava co cuer Brasile de Ronardo che faceva gelà le palle puro a cuer farso storico de Maradona. Seguime: ‘sto Denirson la ‘ncartava a tutti, faceva sparì ‘ste palle come nimmanco tu cuggina Sascia Grei, però alla fine d’â fiera era ‘na mezza pippa ar sugo. Er succo è cche tte pôi esse tennico quanto te pare, ma si ssotto porta nun concludi, allora t’attacchi ar cazzo e ttiri forte. E vvisto er personaggio che ssei, a mme mme sa che tte tocca tirà pe ‘mber po’…

Illustrazione Andrea Chronopoulos


Denilson, best of di evidenceprod

Nino Rucola
Nino Rucola
L'11 Marzo 1985, mentre il compagno Michail Gorbacëv veniva eletto Segretario del CC del PCUS, all'ospedale San Camillo nasce Nino Rucola. Concidenza? Segno del destino? Negli anni della formazione, tutto ciò che c'è da sapere sulla morale degli uomini lo impara sul campo del Testaccio, sui sampietrini di Santa Cecilia e all'oratorio di San Pancrazio, alla faccia di Camus. Dopo gli studi linguistici estorico politici, vara il programma del socializmus s ľudskou tvárou e quello del samoupravljanje. Accusato contingentemente di deviazionismo dalla dottrina ortodossa del socialismo reale, deluso e incompreso, decide di dedicarsi alla musica brutta e a poesia (forma artistica che continua, comunque, imperituramente a detestare), corrispondenza epistolare e lectiones magistrales in vernacolo. Attualmente si guadagna da vivere insegnando francese e calcio alle nuove leve.
Segui Dude Mag, dai!
Dude Mag è un progetto promosso da Dude