Attualità: Le nuove eroine dei meme
×
×
È arrivato il momento di iscriverti
Segui Dude Mag, dai!

Le nuove eroine dei meme

In questi giorni le vicende della periferia romana di Torre Maura hanno fatto molto discutere. Alcune e alcuni di noi si saranno ritrovati nel feed di Facebook, assieme agli innumerevoli altri sul tema, questo meme:     I social hanno visto deflagrare una vera e propria ondata di simpatiche immagini dell’amatissimo personaggio di Altan, La […]

8 Apr
2019
Attualità

In questi giorni le vicende della periferia romana di Torre Maura hanno fatto molto discutere. Alcune e alcuni di noi si saranno ritrovati nel feed di Facebook, assieme agli innumerevoli altri sul tema, questo meme:

 

 

I social hanno visto deflagrare una vera e propria ondata di simpatiche immagini dell’amatissimo personaggio di Altan, La Pimpa, intenta a fare la rivoluzione preparando le molotov, o a leggere Il Capitale di Marx, o ancora a sostenere nuove teorie filosofiche in contrasto con Lacan, ad auspicare la fine del disastro ecologico o persino a soccorrere gente in mare. Si tratta della Pimpawave, un geniale adattamento ad un nuovo immaginario della dolce cagnolina che abbiamo tutti amato da bambini: femminista, rivoluzionaria, progressista, accelerazionista, ecologista.

 

 

L’ecologia è stata di recente al centro del dibattito pubblico per il partecipato sciopero globale per il clima dello scorso 15 marzo, e i memers non hanno tardato ad intervenire a suon di sagaci vignette: se non l’avete ancora scoperta, date un’occhiata alla pagina Greta Thunberg triggerata dall’antropocene: che la giovane ragazzina svedese sia diventata un’eroina per molte persone in tutto il mondo non è certo una novità, ma c’è chi l’ha resa un vero e proprio simbolo, un personaggio con tanto di occhi infuocati pronta a diventare un contenuto virale che salta di bacheca in bacheca, diffondendo un prezioso messaggio politico con leggerezza e toni scanzonati.

(Se invece vi state chiedendo cosa significhi “triggerarsi” e cosa sia “l’antropocene” date uno sguardo qui e qui).

D’altronde che Trump abbia vinto le elezioni del 2016 anche grazie alla cosiddetta Alt Right, la destra alternativa che comunicava ai più giovani proprio utilizzando i linguaggi del nostro tempo, internet e i meme, appunto, non è un mistero, e pare anche che negli USA a sinistra qualcuno stia provando a scavalcarlo con le stesse armi. Va dato per assodato, dunque, che i meme sono ormai parte integrante del discorso politico. Si pensi al numero di follower e condivisioni delle pagine qui in Italia, dalle più pop Hipster Democratici e Socialisti Gaudenti ad Automatizzato Comunismo Memetico e Polpo di Stato (dalla quale la Pimpawave è nata): o ancora, ai tentativi, spesso anche molto goffi, che alcune pagine degli stessi movimenti o partiti politici fanno per renderli un vero e proprio strumento propagandistico. Diventa, insomma, quasi naturale e necessario cercare personaggi sempre nuovi per creare contenuti il più possibile freschi ed originali.

La famosa principessa guerriera Xena — che chiunque sia nato dagli anni ’80 in poi ricorderà con nostalgia aver accompagnato i suoi pomeriggi d’infanzia — diventa allora Xenoxena, paladina dello Xenofemminismo pronta a combattere l’eteropatriarcato, e un’ignara bambina del programma tv Rai Alla lavagna chiede a Daniela Santanché — che ricorderete aver tenuto una lezione sul valore dei soldi che rendono liberi — dove si nasconderà dopo la rivoluzione.

 

 

Il meme soprannominato de “la bambina triggerata” ha ottenuto centinaia di condivisioni dagli utenti più disparati: dai più radicali ai moderati, dai compagni di università alla zia che tutti abbiamo tra gli amici di Facebook. Ora ha persino fatto un notevole upgrade, diventando la pagina Cronache della bambina triggerata per la rivoluzione.

Non mancano poi i crossover tra La Pimpa, Xenoxena, Greta e la bimba: queste nuove eroine sembrano tutte condividere una certa nuova idea di mondo. Potrebbe forse sembrare ardito parlare di una rivoluzione culturale: di certo, veicolare messaggi complessi tramite linguaggi pop può essere una trovata vincente e — perché no? — può anche divertire ed appassionare i naviganti dei social con le nuove avventure di queste protagoniste inedite. Noi le continueremo a seguire.

 

Valeria Marzano
Valeria Marzano
Classe '95, vive a Roma e studia medicina. Cerca continuamente vie di fuga ed ama i contenuti in low qual.
Segui Dude Mag, dai!
Dude Mag è un progetto promosso da Dude